Visitando Wanderio, accetti il nostro uso dei cookie.
Chiudi
Italianoarrow_drop_down
menu

Viaggiare in treno in Italia

Solo andata
Andata e ritorno
place
swap_vert
place

Press the down arrow key to interact with the calendar and select a date. Press the question mark key to get the keyboard shortcuts for changing dates.

person
1 Passeggero
keyboard_arrow_down
Cerca un alloggio con:
Dalle maggiori compagnie alla struttura della rete ferroviaria, fino ai consigli su quando è meglio viaggiare: ecco tutto ciò che devi sapere prima di prendere un treno in Italia.

Perché scegliere il treno per viaggiare in Italia

Grazie alla grande capillarità della rete ferroviaria italiana potrete attraversare il Bel Paese in poche ore, raggiungendo le principali città d’arte ma anche bellezze naturalistiche come regioni balneari o montane in poche ore. Sia che vogliate raggiungere il centro delle principali città con l’Alta Velocità, o che preferiate un viaggio più lento a bordo dei treni regionali locali, viaggiare in treno in Italia vi consentirà di attraversare paesaggi variegati e vivere un viaggio confortevole ed economico.

I treni in Italia vengono scelti ogni giorno da viaggiatori pendolari, che si muovono dalle province verso le maggiori città per motivi di studio o di lavoro, ma anche da turisti in cerca di velocità e risparmio. In Italia infatti i collegamenti tra le principali città sono talvolta più rapidi ed economici in treno rispetto all’alternativa in volo. Ad esempio un viaggio in treno da Roma a Venezia dura in media 3 ore, una durata del tutto comparabile al medesimo tragitto in aereo (compresi gli spostamenti da e per l’aeroporto).

Le compagnie e la rete ferroviaria in Italia

La rete ferroviaria italiana conta circa 23.000 km di binari, mentre quella ad alta velocità si è estesa fino a 1350 km. Tale capillarità è dovuta in gran parte alla presenza di una compagnia ferroviaria nazionale: Trenitalia, appartenente al gruppo delle Ferrovie dello Stato Italiane. Numerose sono però le alternative private o locali, tra cui la più importante - specializzata nel trasporto ferroviario ad alta velocità - è la compagnia NTV, meglio conosciuta come Italo Treno. Mentre Italo Treno ha un’offerta focalizzata sulle principali tratte ad alta velocità, come ad esempio le tratte Roma - Milano o Napoli - Torino, Trenitalia offre diverse tipologie di treni e servizi. Oltre ai treni Frecciarossa, Frecciargento e Frecciabianca, specifici per l’alta velocità, puoi trovare treni economici a tratta regionale, che connettono le località minori, ed Intercity, che percorrono tratte più lunghe, sia in orario diurno che notturno. Infine nelle diverse regioni italiane sono presenti anche compagnie dal carattere più locale, come ad esempio Trenord, operante principalmente in Lombardia e che collega Milano con le città più vicine, come ad esempio Como o il Lago Maggiore, e Ferrovie del Sud-Est, altra compagnia regionale adibita invece al collegamento tra le province pugliesi e che ti permette di raggiungere destinazioni balneari quali Gallipoli e Bari.

I biglietti del treno hanno un prezzo generalmente molto conveniente rispetto alla media europea, specialmente se prenotati con qualche settimana di anticipo: negli ultimi anni, sempre più persone scelgono i treni ad alta velocità per spostarsi da una città all’altra del Paese, grazie anche alle continue offerte di Italo e Trenitalia. Al giorno d’oggi, insomma, si può davvero parlare di treni low cost. Un esempio? Un Frecciarossa da Napoli a Roma può avere un prezzo di 19€, praticamente lo stesso di un Intercity, con la differenza che arriverai a destinazione in metà tempo e godrai certamente di maggior comfort.

Acquistare un biglietto del treno in Italia

Sono numerose le modalità con cui si può procedere all’acquisto del biglietto di un treno in Italia. La maggior parte delle stazioni ha una biglietteria o delle macchinette automatiche dove è possibile acquistare i biglietti. Sempre più viaggiatori approfittano però della possibilità di prenotare i biglietti del treno online, direttamente presso le compagnie o attraverso portali di comparazione come Wanderio. Prenotando in anticipo infatti è possibile trovare offerte vantaggiose, evitare le file in biglietteria e avere i biglietti elettronici a disposizione sul proprio dispositivo mobile.

Con Wanderio puoi confrontare contemporaneamente orari e prezzi di diverse compagnie ferroviarie, come Trenitalia, Italo Treno, Trenord, Thello, e prenotare direttamente le migliori offerte senza commissioni aggiuntive. Basterà indicare la tratta a cui sei interessato e le date del viaggio e Wanderio ti mostrerà tutte le soluzioni disponibili, che potrai confrontare sulla base del prezzo dei biglietti del treno o della durata del viaggio. Una volta scelta la soluzione prescelta potrai effettuare il pagamento con carta di credito o PayPal. L’app gratuita Wanderio, disponibile per iOS e Android, ti permette di prenotare in modo semplice e veloce i tuoi biglietti e di avere sempre a disposizione le tue prenotazioni, anche senza connessione.

La copertura dei treni

Giorni e orari di punta sui treni italiani

Non vuoi restare in piedi durante il tuo viaggio in treno? Al momento dell’acquisto viene emesso il biglietto con l’assegnazione del posto per i treni ad alta velocità, come ad esempio Frecciarossa, Italo treno, Frecciabianca, e sugli Intercity. Non avrai quindi problemi di spazio, ma dovrai comunque assicurarti di arrivare con il dovuto anticipo in stazione, per superare gli eventuali controlli di sicurezza e dirigerti al binario di partenza. Sui treni regionali, invece, è più facile trovare vagoni affollati dal momento che per questo tipo di treno non è prevista l’assegnazione del posto. Questi treni, infatti, sono molto spesso utilizzati da pendolari: le fasce orarie a frequenza più alta sono sicuramente la mattina tra le sette e mezza e le nove e mezza, e la sera, dalle sei alle otto. La sera del venerdì potrebbe essere particolarmente affollata, poi, in considerazione del fatto che molte persone tornano alla città d’origine o viaggiano durante il weekend. Infine, nella stagione estiva, conviene evitare queste stesse fasce orarie anche il sabato e la domenica, in particolare sulle tratte verso destinazioni di mare: molti si concedono una piccola fuga in spiaggia nei fine settimana!

Dal nostro blog